fbpx

Controlla la copertura di rete a casa tua:

La tua abitazione è raggiunta
dalla fibra fino a 1000 mega. bollino fibra

callcenter.png
Preferisci abbonarti parlando gratis direttamente con un nostro operatore?

Chiama gratis il  numero verde
800.933336

rivoluzione tecnologica

Cloud e Connettività la Rivoluzione Tecnologica del 2021

Il 2021 potrebbe essere per l’Italia l’anno della più grande rivoluzione tecnologica da quando è subentrato internet nelle nostre vite. Cloud, connettività in Fibra ottica a velocità mai viste per il mercato consumer, ma anche 5G e nuove forme di connessioni Wireless e Satellitari. Saranno le tecnologie di punta per l’industria 4.0.

Analisi e trend di mercato confermano che il 2021 sarà l’anno della più grande rivoluzione digitale dopo l’avvento delle prime connessioni Internet. L’Italia dopo lo shock, ancora in corso, dovuto alla pandemia, dovrà approfittare dei nuovi scenari per cavalcare questa rivoluzione, eliminare problemi atavici come il digital divide e istruire la massa verso l’uso di tecnologie che potranno fare la differenza in termini di efficienza e sicurezza sia nella vita di tutti giorni che nei contesti lavorativi.

Il Contesto Tecnologico: riflessioni e trend

Nel corso degli ultimi 3 anni abbiamo osservato un aumento incredibile di applicazioni basate su cloud e la conseguente richiesta di connessioni sempre più veloci ma affidabili e stabili.
La Pandemia ha poi accelerato esigenze legate al lavoro da remoto e allo smartworking in generale. Nel giro di qualche mese, tutti gli sviluppi tecnologici legati alla connettività hanno avuto un’impennata, una corsa contro il tempo per soddisfare esigenze nuove per i privati e necessità assolute per le aziende.

Gli eventi a cui il 2020 ci ha sottoposto hanno cambiato radicalmente la prospettiva della digitalizzazione, hanno reso ancora più evidenti i limiti e le criticità di alcuni sistemi oramai obsoleti e hanno posto istituzioni e grandi player di mercato difronte ad un enorme sfida: realizzare la nuova rivoluzione tecnologica in un paese da sempre allergico, per via delle prassi burocratiche, ai cambiamenti innovativi.

I 4 Trend della Rivoluzione Tecnologica 2021

La confluenza di tante nuove tecnologie non deve essere vista come un caso, non è assolutamente una casualità che il 2021 vedrà l’implementazione congiunta di diverse e numerose dinamiche innovative digitali. Per ogni tecnologia vi è una roadmap, un “piano Gantt” da seguire, piccoli passi che portano alla conferma e all’implementazione della tecnologia stessa. Semplicemente possiamo confermare che il contesto attuale, la pandemia e le rinnovate condizioni socio culturali, hanno dato un enorme spinta affinché tutto confluisse nel nuovo anno della rinascita tecnologica ovvero il 2021.

4 sono i Trend che le analisi e le ricerche hanno confermato come a capo della rivoluzione tecnologica:

  • Il Cloud Computing
  • Fibra Ottica e FWA
  • Connessione Mobile 5G
  • Contactless e Touch Free

Cloud Computing

Il 2020 ha sdoganato ufficialmente il Cloud Computing, una tecnologia che consente di sfruttare la banda larga ad alta velocità per distribuire, da remoto, risorse software e hardware.

Questi servizi vengono offerti di aziende specializzate che non fanno altro che mettere a disposizione di altre imprese, tramite il pagamento di un abbonamento, una serie di risorse IT tra cui cloud server, storage d’archiviazione, database, software di business intelligence e applicativi.

Nel 2021 sempre più aziende si rivolgeranno a questa tecnologia perché efficiente, sicura ma soprattutto scalabile. Permette di variare i costi i base alle esigenze del momento, di contenere le spese e di demandare il mantenimento di onerosi servizi di assistenza. La flessibilità e le “economia di scala” applicabili rendono questa tecnologia il futuro dell’industria 4.0.

Si pagano solo per i servizi cloud che vengono sfruttati, si risparmia sui costi operativi, si esegue l’infrastruttura in modo più efficiente e si modificano le risorse in base alle esigenze aziendali.

Fibra Ottica e FWA

Possiamo dire con certezza che la fibra ottica rappresenta al momento lo standard di connessione per privati e aziende. Utenze domestiche familiari e connessioni aziendali necessitano di una banda larga veloce per soddisfare specifiche esigenze.

Alla necessità di trasferire dati di grandi dimensioni, file sempre più pesanti, si aggiungono sempre più di frequente i servizi di streaming, e cloud che richiedono velocità importanti con latenze sempre più ridotte.

In Italia il 2021 dovrà essere l’anno dell’abolizione del digital divide. Non si tratta solo di alta velocità, ma di connettere tutti, anche nelle zone più remote. Nessuna differenziazione, bisogna arrivare a coprire la quasi totalità del territorio. Ci sono le risorse e ora ci sono anche i partner tecnologici giusti (vedi Open Fiber).

Ad oggi la situazione in Italia prevede due tipologie di implementazione principali, entrambe offrono ottime prestazioni ma diverse:

FTTC: è l’acronimo Fiber to the Cabinet, in questi casi la fibra raggiunge il rack su strada e la connessione viene ridistribuita direttamente alle strutture collegate. Le velocità arrivano a circa 100 Mbit/s, ma tramite apposite modifiche potrebbe arrivare anche a 200 Mega.

FTTH è l’acronimo di Fiber to the Home, è la “vera fibra” nel senso che raggiunge direttamente le strutture, palazzine o altro. Supera il limite della connessione FTTC legate al doppino in rame portando la connessione fino a 1 Gbit/s

Durante il 2021 l’obiettivo sarà quello di coprire la maggior parte del territorio con la fibra FTTH. Laddove non fosse possibile implementare le nuove tecnologie FWA, acronimo di Fixed Wireless Access che indica un tipo di connessione che sfrutta la connettività Wireless per fornire banda larga laddove non è possibile arrivare con il cavo.

Connessione Mobile 5G

Nel 2020 abbiamo assistito al suo lancio con non poche problematiche legate all’ignoranza e alla disinformazione. Ora nel 2021 anche se le “bufale” sul 5G sono ancora in circolo e molte persone hanno abbracciato il movimento “no 5g” è il momento di vederlo all’opera.

Complice anche lo switch-off per il nuovo DVB-T2 il digitale terrestre che renderà disponibili più frequenze agli operatori mobili, il 5G è già commercialmente una leva importante per tanti gestori di telefonia. Moltissime compagnie telefoniche stanno già vendendo i loro piani tariffari in 5G, che promettono e garantiscono latenze bassissime e velocità praticamente uguali alla fibra di casa.

Il 5G ha un “vestito” ben visibile ed è quello della tecnologia che con ogni probabilità potrà sostituire le connessioni fisse di casa. Nell’immediato questa sostituzione verrà mascherata come opportunità per chi non è raggiunto dalla Fibra, ma molto probabilmente fra qualche anno il 5G sarà standard per qualità e stabilità anche per connessioni domestiche.
Ad oggi, diversi i provider che operano sul territorio italiano già danno giga illimitati, legati ad un piccolo router Wifi. Il passo dal 4G illimitato al 5G illimitato sarà breve e molto più sicuro e performante per l’utenza.

Contactless e touch free

Probabilmente qui la pandemia ha avuto un ruolo cruciale nell’accelerazione della tecnologia e delle infrastrutture necessarie per renderla operativa in diversi contesti. La necessità di evitare i contatti, di limitare assembramenti ha contribuito alla diffusione e all’adozione della tecnologia “touch free”.

L’evoluzione del “Contactless” è sotto gli occhi di tutti, oltre gli smartphone sfrutterà anche le nuove tecnologie legate ai comandi vocali, la sintesi vocale e il riconoscimento facciale Questo tipo di tecnologie saranno sempre più diffuse e utilizzate nel 2021 perché anche se il vaccino da speranza per un futuro più sicuro e anche vero che il mondo post pandemia tenderà a mantenere alcune regole per evitare contagi e diffusioni anomale e la tecnologia contactless è il territorio ideale per coltivare applicazioni e idee che facilitano le operazioni touch free.